social network ambientali

Social Network Ambientali: scopri quali sono

Share on Social

Social Network: come farne a meno?

Scommetto che se stai leggendo queste righe, probabilmente, è perché hai sentito parlare di noi su Google o sui nostri social come Facebook oppure Instagram.

Tuttavia, oggi ti mostrerò che questi non sono gli unici canali per comunicare con la propria audience, il proprio pubblico, perché esistono dei social network ambientali, cioè verticali sul tema della sostenibilità.

Continua a leggere perché in questo blog post scoprirai:

  • perché sono importanti i social network dell’ambiente;
  • quali sono i più utilizzati e che caratteristiche hanno;
  • bonus climatechangeisreal.it.

 

La missione comune dei Social Network Ambientali

 

Il digitale ha aperto la strada ad infinite possibilità di connessione tra gli individui accomunati dallo stesso sistema di valori, di credenze. La possibilità di abbattere le distanze geografiche e di avvicinare attraverso la rete persone fisicamente distanti ha consentito il proliferare di idee e movimenti, come per esempio il Fridays for Future inimmaginabile anni fa.

Oggigiorno, sentirsi parte di un gruppo è possibile anche senza incontrarsi mai di persona. Per esempio, noi di Climate change is real comunichiamo e condividiamo le storie della community e di persone che non conosciamo di persona, ma di cui condividiamo il sistema di credenze sui temi della sostenibilità.

L’importanza dei social network dell’ambiente si spiega in questo contesto in cui l’obiettivo è “sviluppare e coltivare un’intelligenza ecologica” attraverso cinque comuni denominatori individuati dal consulente di comunicazione Romei:

  • Partecipazione: l’interazione e il coinvolgimento delle persone sui contenuti che creiamo sul nostro social media ambientale o no alimenta l’appartenza al gruppo, il cosiddetto In-Group.
  • Conversazione: la comunicazione diventa bidirezionale perché c’è una posizione di assoluta parità tra chi crea il contenuto e chi lo fruisce. In più, c’è possibilità di confronto immediato.
  • Storicità: i social ambientali rischiano di creare contenuti quasi indelebili perché le informazioni potrebbero essere sempre reperibili.
  • Trasparenza: il web non dimentica perché è una casa di vetro in cui è vietato mentire o non essere sinceri.
  • Community: è il cuore pulsante dei social network ambientali. Siamo ciò che gli altri dicono di noi e il vero valore di un progetto si misura attraverso l’interazione con i propri follower o seguaci.

 

4 social media dell’ambiente

 

Dopo aver compreso l’importanza dei social network ambientali, in questo paragrafo passeremo in rassegna i principali canali digitali per comunicare la sostenibilità e i valori green.

 

Wiser

 

È stato l’apripista in questo settore in quanto era un social network che lavorava per la sostenibilità ambientale e sociale affrontando questioni problematiche come giustizia economica, protezione dei diritti umani e sostenibilità ecologica, anche all’insegna dei principi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Il nome del social media dell’ambiente è l’acronimo di “World Index of Social and Environmental Responsibility”, cioè Indice mondiale della responsabilità sociale e ambientale.

La piattaforma è nata il 22 aprile del 2007, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, e ha avuto il merito di connettere diverse organizzazioni ONG, istituzioni governative, aziende, gruppi e individui che avevano a cuore il cambiamento climatico.

Timeline Wiser.org

 

Purtroppo, il progetto è tramontato appena 7 anni dopo, ma siamo sicuri che la missione non sia stata ancora raggiunta e che occorra impegnarsi ogni giorno per combattere il cambiamento climatico. È questo l’obiettivo dei prossimi social network dell’ambiente di cui tratto in questo blog post.

 

Q-Cumber

 

Si tratta di un tool per il monitoraggio ambientale che permette ai cittadini di condividere le criticità ed alimentare l’intelligenza ecologica di cui parlavamo in apertura. L’obiettivo di Q-Cumber è sensibilizzare e mostrare gli impatti delle nostre azioni generando una rete, un network, di persone sensibili ai temi del climate change.

Sono sei i punti toccati da questo social network dell’ambiente:

  1. Valutare
  2. Fornire
  3. Prevenire
  4. Facilitare
  5. Supportare
  6. Velocizzare

 

EnviNET

 

Direttamente dallo Spin Off universitario CARE dell’Università di Perugia, questo social network ambientale Made in Italy mira a condividere idee di sostenibilità ambientale puntando ad una rete molto inclusiva attraverso Forum, Gruppi, Eventi e Chat.

Inoltre, attraverso il blog e il canale YouTube, c’è la possibilità di restare aggiornati sui temi del cambiamento climatico, nonché scoprire nuovi argomenti per vivere in maniera sostenibile.

 

GreenApes

 

“La piattaforma digitale che premia azioni e idee sostenibili”. È questo lo slogan di GreenApes che attraverso sistemi di gamification vuole educare ai principi della green economy e della vivere sano.

Il social media green si rivolge a 3 diversi target:

  • persona
  • cittadini
  • aziende

Per ogni profilo, nel gergo del marketing parleremmo di buyer personas, vengono individuati determinati obiettivi con i conseguenti premi per i meritevoli. Il mio consiglio è provare ad entrare nella giungla, per usare gli stessi termini presenti sul sito web, e lasciarsi coinvolgere dalla community di questo social network dell’ambiente.

 

I nostri social network per l’ambiente

 

Per noi di Climate change is real gli strumenti offerti dal digitale sono un strumento indispensabile per raggiungere gli obiettivi indicati nella nostra Mission. Crediamo fortemente che le possibilità offerte dal web siano uno mezzo per comunicare i principi della sostenibilità. Attraverso i nostri social network, come Instagram per esempio, vogliamo sensibilizzare e diffondere consapevolezza sui temi spesso troppo sottovalutati legati al climate change.

Crediamo che le risorse tecnologiche che abbiamo a disposizione possano aiutarci nel creare i presupposti per una società sostenibile e zero waste.

Vuoi restare aggiornato?

SEGUICI SUI NOSTRI PROFILI SOCIAL


Share on Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *