Papa Francesco contro il cambiamento climatico

Papa Francesco contro il cambiamento climatico

Share on Social

Il messaggio di Papa Francesco contro il cambiamento climatico: Che il viaggio dell’ecologia integrale abbia inizio!

Dobbiamo decidere se proseguire nello sfruttamento delle risorse della Terra, del nostro ecosistema terrestre oppure iniziare, finalmente, e in maniera seria la lotta contro il cambiamento climatico.

Non usa mezzi termini Papa Francesco nel suo Ted che affronta il tema del cambiamento climatico facendo riferimento ai concetti già affermati in alcuni discorsi ed encicliche sul tema. Non possiamo essere indifferenti davanti alle disuguaglianze economiche e sociali. L’economia deve considerare l’impatto sull’ambiente e sulle persone.

La crisi dettata dalla pandemia da Covid 19 deve essere il punto di partenza di un viaggio, un percorso che sarà lungo e faticoso, e avrà come obiettivo nuove soluzioni per i più deboli e bisogni all’interno della casa Terra.

L’obiettivo è costruire un futuro inclusivo senza compromettere le possibilità delle generazioni future, di intraprendere un viaggio verso lo sviluppo sostenibile.

Il pontefice conia il termine di economia creativa, in se stessa e nei suoi metodi, e orientata all’ecologia umana integrale.

 

Cosa si intende per ecologia integrale

La definizione di ecologia integrale appare già nell’Enciclica del 2015 intitolata Laudato si’ che aveva come fine quello di smuovere le coscienze al grido della Terra . Per ecologia integrale si intende la cura della Terra, della casa comune, e dei più poveri perché tutto è interconnesso e profondamente collegato e necessario per l’ecosistema terrestre.

Servono altri modi per misurare il progresso ponendo in primo piano le dimensioni etico sociale e integrative.

Papa Francesco individua tre vie per un’ecologia umana integrale che affronti le conseguenze del climate change:

  1. la prima proposta è promuovere un’educazione alla cura della casa comune che nasce dalla convinzione che i problemi ambientali sono legati ai bisogni umani, come indicato nell’Agenda 2030. Un’educazione basata su approccio scientifico ed etico, come già fanno alcuni giovani Fridays for Future.
  2. l’accesso all’acqua e alimentazione è un diritto umano ed essenziale per l’esercizio di ogni altro diritto e responsabilità. Occorre mettere in campo iniziative che promuovano un’agricoltura non distruttiva e che non sfrutti il sottosuolo.
  3. la transizione energetica non è un “dovremmo fare”, ma un “dobbiamo fare” per il bene del Pianeta e delle sue creature. È indispensabile procedere alla progressiva, ma non lenta e senza indugio sostituzione dei combustibili fossili, con energie pulite e rinnovabili.

SEGUICI SUI NOSTRI PROFILI SOCIAL

 

Il countdown del cambiamento climatico – Papa Francesco

La terra va lavorata, coltivata, curata e protetta. Non possiamo continuare a spremerla come un’arancia. Curare la terra è un diritto umano.

Papa Francesco

La lotta al cambiamento climatico per Papa Francesco non è procrastinabile perché, come hanno calcolato gli scienziati non ci possiamo permettere di rinviare ulteriormente. Abbiamo meno di 30 anni per ridurre drasticamente per ridurre gli effetti dei gas serra nell’atmosfera.

Le tre proposte indicate nel paragrafo precedente sono parte integrante di un progetto ecologico che contrasti la minaccia del cambiamento climatico. E sono tre anche i valori che devono spingere le imprese nella cura della casa comune nell’ottica dell’ecologia integrale:

  • sostenibilità
  • giustizia sociale
  • promozione del bene comune

L’attuale sistema economico è insostenibile. Fin da subito è necessario porre fine al consumismo sfrenato, dobbiamo capire come consumiamo e come produciamo. Occorre scavare in profondità per comprendere come contrastare la nostra cultura della spreco, la visione a breve termine, l’aumento delle disuguaglianze e lo sfruttamento dei combustibili fossili. Si tratta di tutte sfide che non possiamo più rimandare.

Come avrai intuito l’approccio integrale suggerisce una nuova concezione tra uomo e natura in cui la produzione di ricchezza sia diretta al benessere integrale, complessivo, dell’essere umano. Questo approccio significa anche una nuova politica, concepita come forma di carità. Un amore interpersonale, ma anche una politica perché coinvolge i popoli e la natura.

Dobbiamo intraprendere questo viaggio verso la sostenibilità per la tutela della casa comune come indicato nell’Enciclica Fratelli tutti.

Occorre agire con urgenza perché il countdown è già partito.

 


Share on Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *