Bilancio di Sostenibilità: cos'è e come farlo

Bilancio di Sostenibilità: cos’è e perché farlo

Share on Social

Cos’è il bilancio di sostenibilità e perché la tua azienda dovrebbe averlo?

Partiamo subito da un dato come punto di partenza su cui riflettere: il 40% della buona reputazione delle aziende dipende dalle scelte in materia di sostenibilità.

L’essenza della Corporate Social Responsibility è nel bilancio di Sostenibilità dell’azienda, che è ben diverso dal bilancio di esercizio, il documento obbligatorio di rendicontazione della situazione economica e finanziaria.

 

Che cos’è un Bilancio di Sostenibilità?

Seguendo la definizione dell’Unione europea nel Libro verde della Commissione (2001) il Bilancio di Sostenibilità è “l’integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali ed ecologiche delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate”.

Detto anche bilancio sociale o socio-ambientale, il bilancio di sostenibilità è un documento diretto agli stakeholder, cioè azionisti, i dipendenti, i clienti, i fornitori, le autorità, i giornalisti, le comunità e associazioni sul territorio.

Il fine di questo documento è rendicontare gli impatti ambientali, sociali e di governance aziendali. Si tratta di una bussola per orientare la crescita e la gestione sostenibile di un business al suo interno, ma è anche un valido strumento di comunicazione verso l’esterno.

Il fine comunicativo insito nel bilancio sociale ha riflessi importanti anche in termini di green branding e di reputation (reputazione).

 

Chi redige il bilancio di Sostenibilità?

Con il decreto legislativo 254/2016 che ha recepito la direttiva europea 95/2014 sono tenuti alla redazione del bilancio di Sostenibilità le imprese con:

  • più di 500 dipendenti
  • fatturato superiore a 40 milioni di euro o un totale dell’attivo dello stato patrimoniale superiore ai 20 milioni di euro.

In altre, le imprese che non rispettano i seguenti requisiti non sono obbligate a redigere il bilancio socio-ambientale.

Tuttavia, in base al principio “comply or explain” espresso nella direttiva le aziende devono spiegare le loro scelte oppure illustrare perché non sono state perseguite.

SEGUICI SUI NOSTRI PROFILI SOCIAL

 

Come redigere un bilancio di Sostenibilità?

La struttura

Non esiste uno standard universalmente stabilito, ma alcuni punti in comune seguiti da organismi internazionali, quali il “GRI-Global Reporting Iniziative” e il “SASB-Sustainability Accounting Standard Board”.

Ecco alcune delle 36 linee guida del GRI da seguire per realizzari Bilanci di sostenibili:

  • trasparenza nelle emissioni di gas serra
  • comunicazione dell’impronta idrica
  • indicazione del consumo di energia
  • gestione dei lavoratori
  • rispetto delle pari opportunità
  • tutela della biodiversità

Le aziende possono così seguire queste indicazioni di carattere volontario per pubblicare sia un Bilancio di Sostenibilità completo sotto i molteplici aspetti trattati dagli indicatori, sia per stilare relazioni dettagliate su singoli argomenti verticali.

 

Standard Social Accountability 8000

SA 8000 (Social Accountability 8000) è il primo standard a livello internazionale con cui si garantisce che un’organizzazione sia socialmente responsabile impegnandosi al rispetto delle regole dell’etica del lavoro dalla retribuzione giusta alle norme che regolano le discriminazioni.

I principi di tale standard sono le leggi internazionali dei diritti umani e dei lavoratori, in particolare la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, delle Convenzioni ILO (International Labour Organization), le Convenzioni delle Nazioni Unite sui Diritti del Bambino e quella per eliminare le forme di Discriminazione contro le donne.

Esempi di Bilancio Sociale


Share on Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *