Come fare Corporate Social Responsibility?

Corporate Social Responsibility

In questo blog post affronteremo un tema particolarmente delicato: Cosa si intende per Corporate Social Responsibility (CSR) e perché è un concetto che le aziende non devono sottovalutare?

Nei prossimi paragrafi vedrai:

  • cos’è il CSR;
  • dove e quando nasce questo concetto;
  • alcuni esempi di brand famosi.

Cos’è il Corporate Social Responsibility (CSR)?

Quando parliamo di CSR si fa riferimento ad una politica aziendale che pone gli aspetti ambientali ed etici allo stesso livello di quelli del profitto. In altre parole, le dimensioni sociali e ambientali hanno lo stesso peso degli aspetti economici spesso preponderanti.

Non si tratta di una semplice etichetta che connota un’azienda piuttosto che un’altra. È un aspetto che coinvolge diverse dimensioni della vita di un brand, dall’aspetto della comunicazione e del marketing a quello dell’organizzazione funzionale dei diversi reparti.

Orientare la politica aziendale ai principi del Corporate Social Responsibility è una priorità per i brand; infatti, secondo uno studio dell’emittente CNBC l’86% dei Millennials sarebbe disposto a decurtarsi lo stipendio purché l’azienda rispetti l’ambiente seguendo politiche di responsabilità sociale d’impresa.

Dove e quando nasce?

Il concetto di CSR si è diffuso sempre più nell’ambito delle politiche aziendale con un cambiamento di paradigma chiamato stakeholder theory. In passato l’impresa mirava semplicemente alla massimizzazione dei profitti senza considerare la dimensione del sistema.

Con il mutamento di paradigma portato dalla stakeholder theory i diversi portatori di interesse (azionisti, dipendenti, clienti, fornitori e agenzie governative) raggiungono un risultato solo se considerano anche la dimensione sociale e ambientale di riferimento.

È fondamentale per curare il green branding aziendale attraverso l’adozione di strategie coerenti sia a livello organizzativo che comunicativo.

Il passaggio ufficiale alle politiche di responsabilità sociale di impresa è avvenuto con il Consiglio Europeo di Lisbona del marzo 2000.

Secondo la definizione istituzionale del Libro Verde della Commissione Europea del 2001 la responsabilità sociale d’impresa è definita:

“L’integrazione volontaria delle preoccupazioni sociali e ambientali delle imprese nelle loro operazioni commerciali e nei rapporti con le parti interessate”.

4 teorie di Responsabilità sociale d’impresa

La stakeholder theory menzionata su è il contesto, mentre le 4 teorie che analizzeremo adesso rappresentano le strategie messe in campo dai brand.

La prima teoria è Slack Resources Mechanism che destina risorse a finalità di CSR a condizione che le condizioni economico-finanziare del brand siano positive.

La seconda teoria è il Good Management Mechanism che sottolinea i vantaggi di una politica aziendale orientata al Corporate Social Responsibility rispetto ai costi che essa comporta.

La terza teoria è il Penance Mechanism che giustifica una politica di responsabilità sociale di impresa in seguito ad azioni negative svolte in precedenza.

Infine, l’Insurance Mechanism concepisce il CSR come un salvacondotto in caso di successive perdite o danni d’immagine futuri.

Come misurare la CSR?

È possibile individuare all’interno del modello ESG tre macro-aree per misurare le azioni di responsabilità sociale di impresa condotte dalle aziende, i famosi pilastri menzionati anche dal CEO di BWB ConForma e fondatrice del Gruppo Facebook Silent Earth Warriors Romina Bilardo:

  • Environmental – Ambientale;
  • Social – Sociale;
  • Governance – Economica e Gestionale.

La prima macro-area è la tutela dell’ambiente e l’attenzione al cambiamento climatico. In particolare, questo parametro prende in considerazione lo spreco delle risorse naturali, l’inquinamento nonché le opportunità offerte dall’ambiente.

La sfera sociale riguarda 4 settori principali:

  • analisi e valorizzazione capitale umano;
  • responsabilità del prodotto;
  • gestione delle controversie con gli stakeholders;
  • valorizzazione delle opportunità sociali.

L’ultimo aspetto del modello ESG di misurazione dei risultati analizza Corporate e Behaviour Governance.

Gli esempi green di Corporate Social Responsibility

Lego

L’azienda danese spicca per sue missioni in ambito sociale e di tutela dell’ambiente. La mission è aiutare i bambini di tutto il mondo a costruire un futuro attraverso il ruolo del gioco.

Sono tre le linee guida seguite in Lego nella creazione di un mondo migliore:

  • realizzare un’economia circolare all’interno dei processi aziendali;
  • creare mattoncini sostenibili;
  • realizzare packaging sostenibili.

Patagonia

Il noto brand di abbigliamento sportivo realizza indumenti utilizzando il cotone organico, anziché le fibre sintetiche. In questo modo riesce a ridurre l’impatto sull’ambiente.

Tra le iniziative del brand ci sono:

  • Traceable Down Standard contro lo sfruttamento delle oche;
  • Blue Hearth of Europe per la tutela della Penisola balcanica.

3Bee

L’azienda italiana utilizza sistemi di intelligenza artificiale per aiutare gli apicoltori permettendo un monitoraggio costante dell’intero alveare. La mission di 3Bee è salvare le api, uno degli insetti impollinatori a rischio estinzione per via dei cambiamenti climatici e delle azioni dell’uomo.

Google Energy e Google Green

Si tratta di due progetti correlati fra loro e facenti capo al colosso di Alphabet Inc. L’obiettivo delle due società è minimizzare i costi e gli sprechi energetici mettendo in campo i principi della green economy per rivendere nuova energia.

Start2impact

Quest’ultima è una realtà relativamente recente che si occupa di formare e indirizzare i giovani verso le professioni digitali per incidere positivamente sul benessere del Pianeta.

Il network di start2impact è animato da giovani che partecipano a diverse iniziative come la pulizia delle spiagge, l’aiuto ai senzatetto e la realizzazione di progetti che possano aiutare il settore produttivo e imprenditoriale.

One comment on “Come fare Corporate Social Responsibility?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *