energia rinnovabile

Verso fonti di energia rinnovabile

Share on Social

Trovare e utilizzare fonti di energia rinnovabile è la sfida più grande che l’umanità deve fronteggiare.

Purtroppo, però, ci troviamo lungo una strada lastricata e ricca di insidie perché l’uomo persiste nell’utilizzo delle tradizionali fonti di energia, sovente non rinnovabili.

Tra questi, c’è l’energia elettrica prodotta da combustibili fossili che è una minaccia globale per la salute dei cittadini, dell’ambiente e delle specie animali sulla Terra.

Il ricorso a fonti non rinnovabili rilascia biossido di zolfo (SO2), ossidi di azoto (NOx) e monossido di carbonio (CO) e particolati nocivi per la vita sul pianeta.

Dobbiamo cambiare le nostre abitudini per salvare il pianeta.

Smettere di estrarre continuamente il petrolio.

Scegliere l’economia circolare e i materiali riciclabili per salvaguardare il nostro mondo, la nostra casa, e migliorare la nostra vita.

Green energy

Spesso i pannelli fotovoltaici e gli impianti eolici sono presentati come fonti di energia rinnovabile perché sono importanti per ricavare energia dalla natura a costo zero in termini di impatto di utilizzo ambientale.

Tuttavia, ben pochi sanno che comunque comportano un impatto ambientale in termini di produzione in quanto la piastra blu dei pannelli è realizzata in silicio cristallino e le scanalature sono i conduttori.

Un pannello solare e una pala eolica possono durare fino a 30 anni, ma la scienza lavora per renderli più duraturi.

La nuova frontiera che potrebbe rivoluzionare il settore delle energie pulite è Living-light, un progetto di una startup olandese in collaborazione con Plant-e.

Living-light è una lampada intelligente che riceve energia dalla pianta.

Come viene prodotta l’energia?

L’energia viene prodotta attraverso la fotosintesi clorofilliana, un processo chimico delle piante che produce sostanze organiche e reazioni chimiche grazie alla luce solare.

Grazie alla fotosintesi le piante fioriscono e crescono, generano protoni ed elettroni che creano elettricità.

Van Oers e Plant-e hanno creato una cella a combustibile microbico-vegetale, cioè un piccolo vano in cui gli elettroni si separano dai protoni e poi scorrono in un filo trasformandosi in energia.

L’idea della startup olandese è innovativa e potrebbe rivoluzionare il settore delle green energy nei prossimi 10 anni.

Conclusione

L’uomo possiede gli strumenti adeguati per sostituire l’energia dei combustibili fossili con la green energy.

Il tempo per le parole è finito, ora è il tempo di salvare il pianeta.

Segui le nostre guide per essere accompagnato nelle giuste abitudini verso la transizione sostenibile.

P.S. Non vuoi perderti gli aggiornamenti di Climate change is real?


Share on Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *