No alle violenze sugli animali!

basta violenze animali

In questo blog post vogliamo dire basta ad ogni violenza sugli animali.

Ogni animale, dal più piccolo essere sulla Terra, sino al più grande merita lo stesso rispetto ed è altrettanto importante per il nostro ecosistema.

Pensate a un lombrico, animaletto piccolo che troviamo nel terreno delle nostre piantine.

Alla vista potrebbe a qualcuno sembrar fastidioso ma per quelle piante è una salvezza e fonte di vita, infatti rende fertile il loro terreno.

Pensate prima di agire e perseverate per un mondo più buono e green.

Scopriamo quali sono i diritti riconosciuti per gli animali.

I diritti degli animali

Agli animali i vari paesi nel mondo riconoscono innumerevoli diritti e tutele per la loro salvaguardia.

Finalmente in Cina è stata adottata la misura che vieta la caccia di animali selvatici complice la paura dettata dal Covid-19.

Ma la strada è ancora lunga da percorrere.

Ecco quali sono i principali diritti riconosciuti agli animali:

  • Principio dell’impignorabilità degli animali di affezione o da compagnia e di quelli impiegati ai fini terapeutici o di assistenza.
  • Punire qualsiasi maltrattamento di animali con la reclusione con pene e multe aspre.
  • L’aiuto di associazioni per combattere il randagismo e migliorare le condizioni di vita degli animali.
  • Il divieto assoluto di combattimenti tra animali.
  • L’uccisione anche in caso di incidente, il conducente deve prestare subito soccorso all’animale ferito.

Perchè gli animali non vengono rispettati dall’uomo?

L’uomo si crede il centro dell’universo capace di governare tutte le cose e perciò non comprende come l’equilibrio naturale sia molto semplice da crollare.

Gli animali vengono classificati in 3 categorie principali di solito:

  • A, i privilegiati quelli che sono da compagnia.
  • B, ahimè quelli destinati al commercio e alla macellazione.
  • C, quelli che sono al di fuori da questi 2 ragionamenti e meno considerati dall’uomo.

La natura umana non è ancora pronta nel comprendere come gli animali siano tutti uguali, diversi e utili al nostro ecosistema.

Dobbiamo cambiare il nostro paradigma dell’esistenza.

Ma se non riusciamo ad amarci gli uni gli altri come possiamo amare gli animali?

Eh si, gli animali lì vediamo in modo diverso come quando spesso le persone razziste insultano per il colore della pelle.

Una canzone per gli animali

Il fondatore di Climate change is real Antonio Pompeo insieme a Yootab, attivista iraniana stanno lavorando alla creazione di una canzone per la difesa degli animali.

Da questa collaborazione è nato un progetto musicale per valorizzare la bellezza della natura e degli animali attraverso la loro difesa con lo strumento della musica.

Infatti la musica da sempre ha ispirato e reso forte il messaggio nel mondo di pace e uguaglianza e oggi suona forte la speranza di un universo green.

Ecco il testo in anteprima che ho scritto e che sarà presto disponibile sui vari social cantato da Yootab:

Italian text “Bella Ciao” for Animals

UNA MATTINA HO SOGNATO UN MONDO GREEN PER TUTTI NOI
SENZA VIOLENZE E CRUDELTÀ PER GLI ANIMALI.
SALVIAMOLI, SALVIAMOLI, SALVIAMOLI, SALVIAMOLI, LÌ, LÌ, LÌ
SALVIAMO GLI ANIMALI
PER L’INTERA UMANITÀ

C’È IL PINGUINO ALLA DERIVA, DELL’ICEBERG
C’È IL KOALA SENZA PIÙ, LA SUA FORESTA.
DIFENDIAMOLI, DIFENDIAMOLI, DIFENDIAMOLI, DIFENDIAMOLI, DIFENDIAMO GLI ANIMALI DALL’ESTINZIONE PER UNA NUOVA UMANITÀ

E SE IL LEONE VIENE UCCISO DAI BRACCONIERI NELLA SAVANA
BASTA VIOLENZE, BASTA VIOLENZE, BASTA VIOLENZE, SUGLI ANIMALI.

E SE LE API SCOMPAIONO,
NON C’È PIÚ VITA TRA 4 ANNI E TUTTI NOI NON CI SAREMO PIÙ SU QUESTA TERRA

E TUTTE LE GENTI CHE PASSERANNO GRIDERANNO AL MONDO INTERO
NIENTE VIOLENZE SUGLI ANIMALI
SALVIAMO IL PIANETA

E QUESTO È IL FIORE DI UN MONDO NUOVO PER LA DIFESA DEGLI ANIMALI
È QUESTO È IL FIORE DELLA BELLEZZA DI UNA NUOVA UMANITÀ
E SII VEGANO PER GLI ANIMALI MORTI PER LA LIBERTÀ”

0 comments on “No alle violenze sugli animali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *